terrari R nel bosco

30,00150,00

terrari, frammenti di natura in barattolo

I terrari sono pezzi di natura da tenere in casa. Le piante crescono all’interno di barattoli che devono essere tenuti chiusi o aperti a seconda delle specie vegetali inserite.

Le piante che vegono utilizzate arrivano principalmente da climi tropicali umidi (o aridi nei terrari aperti). La maggior parte di esse crescono nei loro habitat in condizione di bassa luminosità oppure radicano e si sviluppano aggrappate ad altre piante o alberi di maggiore dimensione.

30,00
40,00
50,00
60,00
80,00
110,00
150,00

Descrizione

terrari, frammenti di natura in barattolo

I terrari sono pezzi di natura da tenere in casa. Le piante crescono all’interno di barattoli che devono essere tenuti chiusi o aperti a seconda delle specie vegetali inserite.

La stratificazione all’interno del contenitore prevede un primo strato inferiore drenante, uno strato intermedio che funziona da filtro, una porzione di substrato di coltivazione (scelto e miscelato a seconda delle piante utilizzate), le piantine, un manto di muschio ed eventuali aggiunte ornamentali (sassi, legni, cortecce).

La coltivazione all’interno dei terrari chiusi prevede un numero basso di irrigazioni durante l’anno (dopo un periodo di calibrazione iniziale). I terrari aperti necessitano invece di un’irrigazione più frequente, comportandosi esattamente come dei vasi.

Le piante scelte si sviluppano in modo ridotto a causa della minore quantità di substrato a disposizione, esattamente come farebbero dei bonsai. La potatura è necessaria se le piante diventano troppo grandi.

Le piante che vegono utilizzate arrivano principalmente da climi tropicali umidi (o aridi nei terrari aperti). La maggior parte di esse crescono nei loro habitat in condizione di bassa luminosità oppure radicano e si sviluppano aggrappate ad altre piante o alberi di maggiore dimensione (comportamento da epifite).

Lo sviluppo di uno strato di condensa sulle pareti interne del barattolo è del tutto naturale. All’interno dei contenitori si replica un piccolo ciclo dell’acqua, esattamente come in natura l’acqua evapora per condensarsi sulle pareti e ricadere sul substrato come farebbe la pioggia.

Cura dei terrari

La gestione è molto semplice, ci si deve solamente ricordare che i barattoli contengono piante vive e di posizionare i terrari in un punto luminoso della casa (meglio se a circa 50-100 cm da una finestra). Non posizionarli mai in pieno sole: l’umidità all’interno evaporerebbe tutta facendo morire le piante.

Non esagerare mai con l’irrigazione, prima di intervenire considerare che i terrari chiusi possono resistere senza essere bagnati anche per quattro mesi. Ricordarsi di toccare sempre il muschio o il substrato per accertarsi della reale necessità di acqua. Per bagnare correttamente e senza esagerare si consiglia di utilizzare uno spruzzino (poche spruzzate saranno sufficienti a inumidire il tutto). Utilizzate sempre acqua distillata!

Problematiche dei terrari

Nel caso si sviluppasse una leggera patina bianca sulla superficie del substrato (muffa) è un indice dell’eccessiva umidità interna. Si consiglia in quel caso di aprire per qualche giorno il terrario ed evitare di bagnare per un periodo prolungato di tempo. Se riuscite eliminate la muffa.

Se notate la presenza di piccoli moscerini neri (sciaridi), dovrete intervenire con un insetticida spray. Una volta spruzzato chiudete il barattolo per un paio di giorni. Gli sciaridi si sviluppano solo se riescono ad entrare nel terrario e se l’umidità è troppo alta.

I terrari sono sistemi vivi e contengono degli organismi viventi. Qualsiasi modifica dell’ambiente esterno (aumento temperatura, irrigazione, aumento luce, riposizionamento in casa) si ripercuote sulle piante all’interno. Abbiate cautela. Se notate la perdita di alcune foglie è la prima risposta a un cambiamento. Questo non significa che le piante risponderanno positivamente riemettendole. Eliminate le foglie cadute e tenete controllato il terrario.

Può succedere che le piante all’interno muoiano per una di queste problematiche. Non vi preoccupate. Possiamo sostituire la pianta morta all’interno e identificare la problematica che si è presentata. Vi restituiremo il vostro terrario in un paio di giorni.

Se non riuscite ad effettuare queste operazioni, contattateci per un intervento di manutenzione. Oppure mandateci una foto del terrario per una consulenza gratuita.

Piante nei terrari

Alcune piante che utilizziamo per i nostri terrari: Ficus, Anthurium, Sarracenia, Syngonium, Fittonia, Chamadorea, Asparagus, Ophiopogon, Chlorophytum, e molte altre

In negozio da R nel bosco potete trovare diverse forme di barattoli, di dimensioni differenti.

paesaggi in miniatura, natura in barattolo

Prodotti simili per portare la natura in casa vostra sono le lanterne verdi di spruitje e i quadri di foglie hoh!

Li potete trovare nel nostro negozio online e ordinarli via e-mail. Oppure passare a trovarci in negozio in piazza Fontanesi a Reggio Emilia.

instagram / facebook / pinterest / R nel bosco

vetrina
product image
Rating
1star1star1star1star1star
User
no rating based on 0 votes
Produttore
R nel bosco
Prodotto
terrario di diverse misure
Prezzo
EUR 30.00-150.00
Per la disponibilità contattateci
Available in Stock